La scuola e il futuro (speriamo non troppo lontano!)

portatile biancoE così dopo botte, zozzerie e disordini vari, finalmente dal mondo scuola viene qualche buona notizia!

Finalmente qualcuno s’è svegliato e si accorto che il mondo corre e tutti loro sono rimasti ad una decina di fermate prima!

OK, si parla di futuro, se quello dei nostri figli universitari o nipoti diplomandi lo sapremo solo (soprav)vivendo, ma, come si suol dire “se ne parla ed è già una cosa!”

Conosco lo stato delle scuole italiane (quelle dove tutti noi abbiamo passato ore ed ore della nostra giovinezza), il massimo della tecnologia è spesso rappresentato dal pacemaker impiantato alla bidella ottantenne che ci sta tanto simpatica.

I computer (se e quando ci sono) sono ancora in piedi, a gridare “campioni del mondo!” riferendosi ovviamente a Zoff e compagni dell’82. I laboratori dove sono stipati sono dei veri e propri lazzaretti dove (se si è fortunati) una decina di computer su 8-9 è pieno zeppo di virus fino a farci venire la tosse al solo guardarli (o toccarli visto lo stato precario delle pulizie… che dovrebbe fare la nonna-Robocop, prima citata).

Insomma gente, presidi, scolari, professori (sì, proprio voi, invece di farvi palpare dagli studenti) date una spallata a tutto quel vecchiume e pretendete una scuola più giovane, dinamica e tecnologica… ma non troppo altrimenti la signora Roberta-Cop va in tilt a causa degli impulsi elettromagnetici!

Ringrazio TopGun per la segnalazione dell’articolo su Repubblica.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: