I vigili ti hanno multato? No, è spam!

Un multa per divieto di sosta. E’ questa l’ultima novità del malware all’italiana che dopo il boom dello scorso dicembre legato all’avv.Giuliani, ritorna in questo mese di maggio con una nuova e-mail che sicuramente non mancherà di mietere le sue vittime.

Il nuovo messaggio di posta elettronica si presenta ovviamente non indirizzato alla vittima, ma gioca sulla possibilità che utenti curiosi o ficcanaso decidano di indagare sulla contravvenzione piovuta sul loro indisciplinato collega automobilista. L’obiettivo è condurre la potenziale vittima all’interno dell’apposito sito trappola, che si presenta come una pagina di notifica all’interno del quale tuttavia si avvia il download automatico del file Login.exe e manualmente grazie all’inconsapevole complicità dello stesso utente anche del file bollettino-Postale-Zip.exe.

A destare particolare pericolo tuttavia non è il fattore psicologico, ossia la voglia della potenziale vittima d’intrufolarsi nella vita privata d’altri, ma l’ennesima incapacità dei principali software anti-virus di riconoscere e bloccare il malware prima che possa giungere nel sistema.

Ecco l’e-mail utilizzata, il sito trappola e l’analisi del file Login.exe:
 

 
 

Via Anti-Phishing Italia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: